20/12/2022

La postazione per l'avvitatura tra qualità e benessere

Con i dovuti accorgimenti, è possibile svolgere il lavoro di avvitatura nel modo più efficiente e tutelare il benessere del lavoratore. Ecco i consigli di Ober per la realizzazione della postazione ideale.

Oggi, quando si deve progettare una nuova linea produttiva, l'aspetto ergonomico riceve moltissima attenzione. In tutti i settori produttivi, infatti, è riconosciuta l'importanza strategica di ottenere il massimo della qualità e dell'accuratezza del lavoro senza che il lavoratore sia sottoposto a sforzi eccessivi, prevendendo in questo modo infortuni e malattie professionali.

Il settore dell'avvitatura industriale non fa eccezione. In modo simile a quanto avviene con altre tipologie di lavorazione, anche nel processo di avvitatura è possibile, attraverso alcuni accorgimenti, ottenere maggiori sicurezza e benessere dell'operatore e, allo stesso tempo, migliorare la produttività e la qualità del lavoro. Nei prossimi paragrafi parliamo proprio di questo.

Ecco gli argomenti che troverai in quest'articolo:

L'importanza dell'ergonomia nella postazione di lavoro

Secondo la definizione fornita da IEA (International Ergonomic Association) l'ergonomia è "la scienza che si occupa dell'interazione tra gli elementi di un sistema e la funzione per cui vengono progettati, allo scopo di migliorare la soddisfazione dell'utente e l'insieme delle prestazioni del sistema.". L'ergonomia esprime, perciò, la qualità del rapporto tra un utente e il mezzo utilizzato per raggiungere determinati obiettivi, che deve essere valutata in base a determinati parametri, primo fra tutti la sicurezza.

Rispetto a questa nozione, è fondamentale riconoscere che in qualsiasi contesto ad alta intensità di lavoro, come quello delle lavorazioni industriali e in particolare dell'avvitatura industriale, è necessario organizzare la postazione di lavoro nel modo migliore, considerando una serie di aspetti. Abbiamo già parlato in un articolo dell'ergonomia sul posto di lavoro; in questo articolo ci concentreremo maggiormente sui principi dell'ergonomia applicati all'avvitatura.

È importante, ad esempio, che il peso dell'avvitatore sia bilanciato, che il piano di lavoro sia della giusta altezza e che tutta la componentistica possa essere raggiunta dall'operatore senza che siano necessari pericolosi allungamenti. L'ergonomia, però, non riguarda soltanto la postazione di lavoro, ma investe la totalità delle condizioni nelle quali il lavoratore si trova ad operare, come illuminazione, interfacce di utilizzo dei macchinari, orario e ritmi di lavoro.

La corretta gestione di tutti questi aspetti comporta già di per sé un aumento della qualità e della velocità del lavoro. Ma i benefici non finiscono qui: adattare la linea di assemblaggio alle esigenze del lavoratore permette di beneficiare di un'attività lavorativa più confortevole, con minori sforzi e, soprattutto, con un rischio ridotto di incorrere in infortuni e malattie professionali.

I nostri consigli per l'avvitatura "ergonomica"

Come abbiamo visto, ogni volta che si realizza una postazione per l'avvitatura, considerarne l'ergo-nomia è fondamentale. Nei prossimi paragrafi, descriveremo una serie di consigli utili per mantenere elevati livelli di produttività e sicurezza in una postazione di avvitatura.

Scegliere l'utensile giusto

Quando parliamo di avvitatura professionale, la scelta del giusto utensile pneumatico gioca un ruolo fondamentale nel diminuire le probabilità che sopraggiunga una malattia professionale o un infortunio. In un articolo precedente, abbiamo già parlato di come scegliere un avvitatore pneumatico. Come riportato nell'articolo, perché il lavoro sia svolto nel modo migliore, è necessario considerare una serie di caratteristiche, tra cui forma dell'avvitatore, tipologia di avviamento, coppia di serraggio, tipo di frizione, tipologia di moto rotatorio, peso e dimensioni dell'avvitatore.

In particolare, per quanto riguarda l'ergonomia, è fondamentale considerare peso e dimensioni dell'avvitatore, che deve essere compatto e leggero, in modo da garantire una sufficiente maneggevolezza, e forma dell'avvitatore, che deve essere adatta alla posizione nella quale viene effettuata la lavorazione e agli ingombri presenti.

Può essere utile, ad esempio, l'utilizzo di avvitatori autoavanzanti, che alleggeriscono la fatica dell'operatore, o di avvitatori con arresto automatico al raggiungimento della coppia impostata, che riducono l'esposizione del sistema mano-braccio a contraccolpi.

Accessori per la postazione di lavoro

Un ulteriore accorgimento per migliorare l'ergonomia della postazione di avvitatura è rappresentato dall'utilizzo di bracci ergonomici. Quelli presenti nella gamma Ober contribuiscono all’assorbimento della coppia risultante dalla reazione dell'avvitatura e svitatura e bilanciano il peso dello strumento nella sua movimentazione.

Inoltre, grazie a questi sistemi, è possibile evitare l'assunzione di pose scorrette e ridurre l'esposizione del sistema mano-braccio alle vibrazioni, a tutto vantaggio dell'ergonomia.

Sistemi di automazione per l'avvitatura

Oltre alle soluzioni appena elencate, è possibile migliorare l'ergonomia del processo di avvitatura attraverso un sistema per l'automazione. Grazie alle soluzioni Ober è possibile, infatti, garantire un'elevata efficienza e precisione e ridurre al minimo le possibilità di errore e di infortuni.

Scopri le soluzioni Ober per l'ergonomia sul luogo di lavoro

Se vuoi migliorare l'ergonomia nelle tue postazioni per l'avvitatura, Ober è al tuo fianco. Siamo in grado di fornire soluzioni efficienti e all'avanguardia per rendere la tua azienda più competitiva sul mercato.

Contattaci per saperne di più o scopri l'agente e il centro assistenza più vicini a te.

Le informazioni contenute nel presente articolo hanno carattere generale e sono da considerarsi non vincolanti per Ober spa rispetto ai requisiti e alle caratteristiche dei prodotti. Per una valutazione più precisa, Vi consigliamo di rivolgervi al vostro agente o centro di assistenza di fiducia.