17/11/2022

Avvitatore pneumatico: funzionamento e come sceglierlo

L'avvitatore pneumatico è un utensile dall'alta efficienza utilizzato in qualsiasi settore industriale e artigianale per assemblare particolari, fissare viti ed elementi filettati. Scopriamo in questo articolo come funziona questo strumento e quale scegliere tra tutti i modelli disponibili.

La tecnologia pneumatica trova larga applicazione in molti settori produttivi. Non è raro, infatti, che in un ambiente di lavoro nel quali si effettui meccanica di precisione, o più in generale assemblaggio di tipo industriale, si trovino utensili e altri dispositivi azionati ad aria compressa, che permettono agli operatori di approfittare dei molteplici vantaggi offerti da questo sistema.

Tra tutti gli utensili pneumatici disponibili sul mercato, l'avvitatore pneumatico è di sicuro il più utilizzato. L'avvitatura, infatti, è uno di quei tipi di lavorazione nei quali l'utensile giusto può fare la differenza. Un lavoro eccellente scaturisce dall'incontro di un buon utensile con il giusto tipo di vite e materiali di ottima fattura.

Se sei interessato all'acquisto di un avvitatore pneumatico o semplicemente vuoi sapere qualcosa in più su come funziona, questo è l'articolo che fa per te. A fine lettura conoscerai tutte le caratteristiche di un avvitatore pneumatico e sarai in grado di scegliere il modello perfetto per te.

Ecco gli argomenti che troverai in quest'articolo:

Come funziona un avvitatore pneumatico?

L'avvitatore pneumatico è un utensile in grado di trasformare l'energia dell'aria compressa in energia meccanica di tipo rotatorio. A differenza di un avvitatore elettrico, che funziona grazie all'energia elettrica, l'avvitatore pneumatico richiede perciò di essere alimentato da un compressore o, comunque, da un tubo di aria di buona qualità.

I vantaggi di questo sistema sono legati sia al mancato impiego di elettricità (ad esempio: è possibile utilizzare questi avvitatori in ambienti nei quali siano presenti materiali conduttivi e sostanze infiammabili) che alle innegabili qualità della tecnologia pneumatica in termini di robustezza e performance. Gli utensili alimentati ad aria compressa, infatti, sfruttano una tecnologia dal funzionamento essenziale che, proprio in virtù della sua semplicità, richiede poca manutenzione. Hanno, inoltre, un ottimo rapporto tra potenza erogata e peso o ingombro.

Il funzionamento di un utensile pneumatico di questo tipo è molto semplice: nel motore "a palette" è inserito un rotore che viene fatto ruotare grazie alla pressione dell'aria immessa nel cilindro. In questo modo, con un ridotto numero di componenti, siamo in grado di ottenere un'efficienza elevatissima.

Quali sono i vantaggi dell'avvitatura pneumatica?

Per scegliere in modo efficace e consapevole un'attrezzatura che risponda alle nostre esigenze, è necessario conoscere le diverse tecnologie che possono alimentare un avvitatore professionale. Possiamo avere un avvitatore pneumatico, alimentato ad aria compressa, oppure un avvitatore elettrico, alimentato a energia elettrica.

Per scegliere tra uno o l'altro modello è necessario considerare attentamente il lavoro da svolgere, le caratteristiche del nostro ambiente di lavoro e, soprattutto, esaminare i vantaggi offerti da ciascuna tecnologia.

Elencati di seguito trovi tutti i vantaggi dell'impiego di un avvitatore pneumatico
  • Elevata potenza in dimensioni ridotte. Gli utensili pneumatici hanno un ottimo rapporto tra potenza erogata e dimensioni/peso;
  • Produttività. Tra i più grandi benefici offerti da un avvitatore pneumatico c'è il mantenimento della potenza nominale senza incorrere in surriscaldamento e, quindi, la possibilità di lavorare senza interruzioni;
  • Ridotta manutenzione. Proprio grazie al ridotto numero di componenti, un avvitatore pneumatico ha una lunga vita e una facile manutenzione;
  • Resistenza alle condizioni ambientali. Un motore pneumatico è assolutamente insensibile alle condizioni dell'ambiente, in quanto ogni parte del motore è sempre a pressione maggiore di quella dell'ambiente ed eventuali giochi tra le componenti possono dar luogo solo a fughe d'aria, e mai a un ingresso della stessa. Questo è particolarmente utile nel caso di ambienti polverosi e umidi;
  • Sicurezza. Né il motore né l'impianto di alimentazione di un avvitatore pneumatico possono generare pericolo di cortocircuito.

Come scegliere un avvitatore pneumatico

Per scegliere l'avvitatore pneumatico è necessario considerare una serie di caratteristiche, tra cui la forma dell'avvitatore, la tipologia di avviamento, il valore della coppia di serraggio espresso in Nm (Newton-metro), le possibilità di controllo di coppia, il tipo di frizione e la tipologia di moto rotatorio (lineare o "a scatti"). Nei prossimi paragrafi, esamineremo, una ad una, queste caratteristiche.

Forma dell'avvitatore

In base alla loro forma, gli avvitatori possono essere dritti, a pistola o ad angolo. La scelta di una o l'altra forma dipende, per lo più, dalla posizione nella quale viene effettuata la lavorazione e dagli ingombri presenti. Ad, esempio, un avvitatore dritto può essere più adatto all'avvitamento di inserti perpendicolari al piano di lavoro, mentre un avvitatore ad angolo riesce a raggiungere con più facilità le viti poco accessibili. Ad ogni modo, ogni situazione è particolare e, nel caso in cui l'avvitatore venga utilizzato in diverse fasi della lavorazione, bisognerà valutare attentamente le varie esigenze ergonomiche.

Tipologia di avviamento

Così come per la forma dell'avvitatore, anche nel caso della tipologia di avviamento l'ergonomia svolge un ruolo di primo piano. Ciascuna tipologia di avviamento - a spinta, a leva o a pulsante - si adatta a diverse modalità di lavoro ed è utilizzabile in combinazione con forme precise di avvitatore.

Coppia di serraggio

Ogni modello di avvitatore professionale ha un determinato valore di coppia di serraggio e un sistema di controllo di coppia.

Infatti, ciascuna vite, dado o bullone ha una determinata coppia di serraggio che deve essere rispettata per non danneggiarne i filetti. In questo caso, per una corretta scelta dell’avvitatore, occorre fare riferimento alla coppia da trasmettere alla vite ed alle caratteristiche del tipo di giunzione.

Tipo di frizione

La frizione dell'avvitatore serve a dosarne la forza di avvitamento e a trasmettere solo quella necessaria a un corretto serraggio della vite, dado o bullone, senza danneggiarlo. All'interno della gamma di avvitatori Ober troviamo modelli dotati di quattro tipologie di frizione.
  • Frizione ACCU-TRK: un particolare tipo di frizione che interrompe l’alimentazione del motore e la rotazione dell’utensile al raggiungimento della coppia impostata. Garantisce un’elevata precisione della coppia di serraggio ed elimina i tempi di attesa, evitando allo stesso tempo le vibrazioni sulla mano dell’operatore. Il campo di regolazione della frizione si ottiene attraverso la sostituzione di una molla;
  • Frizione SLIP-TRK: frizione a slittamento che prevede il cambio del campo di regolazione da effettuare con un pratico sistema di sostituzione delle molle, indicata nei casi in cui occorra un sistema semplice di regolazione della coppia di serraggio;
  • Frizione SLIP-TRK/RE: frizione a slittamento nella quale la regolazione si effettua velocemente tramite una ghiera esterna. Indicata nel caso in cui sia necessario cambiare con frequenza il valore della coppia di serraggio;
  • Frizione MULTI-TRK: frizione a limitatore di coppia particolarmente indicata per i sistemi di avvitamento con viti di varie dimensioni. In questo caso, la coppia è regolabile dalla spinta che l'operatore esercita sull'utensile e, in alcuni modelli, può essere limitata dalla ghiera esterna.

Tipologia di moto rotatorio

In base alla tipologia di moto rotatorio, possiamo avere avvitatori pneumatici lineari e "a impulsi". Nel caso degli avvitatori lineari il moto rotatorio è costante, mentre nel caso degli avvitatori a impulsi, il moto rotatorio è "a scatti" e l'utensile è in grado, in questo modo, di svitare anche i bulloni più ostinati.

Peso e dimensioni dell'avvitatore

Non ultimo, è necessario considerare peso e dimensioni del nostro avvitatore pneumatico. L'avvitatore deve essere compatto e leggero, in modo da garantire una sufficiente ergonomia, ma allo stesso tempo deve essere resistente e garantire all'operatore una sufficiente presa.

Qual è il miglior avvitatore pneumatico?

Non esiste una risposta univoca a questa domanda. Il miglior avvitatore pneumatico è semplicemente quello che meglio si adatta alle condizioni di lavoro e alle esigenze dell'operatore. Una volta considerate tutte le caratteristiche dell'avvitatore, se hai ancora dubbi, il nostro servizio di assistenza è a tua disposizione. Possiamo affiancarti nella scelta delle soluzioni più in linea con le tue esigenze di produzione.

Quanto costa un avvitatore pneumatico?

Se stai considerando l'acquisto di un avvitatore pneumatico, di sicuro vuoi conoscere il prezzo rispetto agli altri modelli in vendita sul mercato. In questo articolo non possiamo specificare un costo preciso, in quanto questo dipende dalla tipologia di modello, dagli optional scelti e da eventuali esigenze di personalizzazione. Possiamo assicurarti, però, che, anche se un modello pneumatico di avvitatore costa più di un normale avvitatore elettrico, la differenza è ripagata dalla durevolezza, dall'elevata efficienza e dalle limitate esigenze di manutenzione.

Come utilizzare un avvitatore pneumatico: avvertenze per l'uso

Anche se gli utensili pneumatici, grazie alla semplicità costruttiva e all'insensibilità nei confronti delle condizioni ambientali, richiedono pochissima manutenzione, è necessario avere alcuni accorgimenti. L'avvitatore pneumatico non fa eccezione.

Il pericolo maggiore riguarda l'aria di alimentazione immessa: se non è adeguatamente filtrata e deumidificata può causare attriti e grippaggi sulle superfici di scorrimento o ossidare le parti in acciaio.

Bisogna poi fare attenzione a lubrificare adeguatamente l'aria immessa. È possibile farlo in maniera molto agevole attraverso un lubrificatore automatico posto all'ingresso del motore che eroghi, all'occorrenza, la giusta quantità di olio atta a garantire un corretto funzionamento. In alternativa, Ober può costruire su richiesta motori che non richiedono lubrificazione.

Hai ancora dubbi? Contattaci

Con Ober hai sempre il meglio della tecnologia pneumatica per l'industria: scegli l'avvitatore pneumatico più adatto alle tue esigenze nella sezione avvitatori pneumatici o contattaci per saperne di più. Saremo felici di aiutarti a migliorare la produttività della tua azienda.